Argenta

Argenta sorge al centro del quadrilatero formato dalle città di Ferrara, Ravenna, Bologna, Comacchio e i suoi Lidi. Con 311 kmq di superficie, Argenta è uno dei comuni più estesi d’Italia: un territorio vastissimo dominato nel passato dalla presenza delle acque che hanno lasciato segni profondi nell’ambiente, nella natura, nella vita dell’uomo.

La sua fondazione risale ad epoca romana (e pare dovere il suo nome ai riflessi argentei delle terre argillose e delle acque paludose circostanti), ma le testimonianze storiche, urbanistiche ed architettoniche del passato sono state spazzate via nel corso dei secoli da alluvioni, allagamenti, terremoti e guerre. In particolare durante la Seconda Guerra Mondiale il paese subì gravissime distruzioni, e l’Argenta che si apre davanti ai nostri occhi oggi è il frutto di un’imponente opera di ricostruzione che ha impegnato tutta la società nel secondo dopoguerra. Successivamente, la città ha beneficiato di un forte sviluppo ottenuto con un articolato e moderno progetto di diversificazione dell’economia locale, al fine di esaltare le risorse presenti sul territorio quali l’ambiente e la natura, integrandole con le attività in campo culturale e ricreativo e favorendo così uno sviluppo anche in ambito turistico. [http://www.comune.argenta.fe.it/3/352/vivere-argenta/storia-e-personaggi]

Qui si viene per ammirare (tramite anche attività di birdwatching e percorsi cicloturistici. [http://www.ferraraterraeacqua.it/it/cicloturismo/cicloturismo]) il panorama delle sue valli d’acqua dolce, riconosciute d’interesse internazionale nel 1976: un’oasi straordinaria del Parco del Delta del Po (interessato nel primo ‘900 da imponenti opere di bonifica), dove grande è la varietà delle specie vegetali ed animali. In particolare, l’Ecomuseo di Argenta è un suggestivo percorso che si snoda attraverso tre stazioni museali e una sezione naturalistica: il Museo delle Valli (insignito nel 1992 del Premio del Consiglio d’Europa e riconosciuto Museo di Qualità dalla Regione Emilia-Romagna), con l’annessa Oasi di Campotto, documenta il rapporto tra l’ambiente naturale l’intervento umano; il Museo della Bonifica (anch’esso Museo di Qualità) presenta il sistema generale di bonifica, i manufatti, gli impianti, il loro funzionamento; il Museo Civico, composto di una pinacoteca e di una sezione archeologica, documenta la vita civica e artistica della città. [http://vallidiargenta.org/]

Sul versante eno-gastronomico, la cucina argentana presenta piatti caratteristici della tradizione contadina e di valle, a base di carne di maiale, anguilla, rane, pescegatto, selvaggina, non dimenticando ovviamente la rinomata “coppietta”, un pane dalla forma a farfalla, unica e originale, o la ben radicata viticoltura, consolidata fino alla produzione di vini detti “delle sabbie” a Denominazione di Origine Controllata, quali il Fortana, il Bianco del Bosco, il Merlot e il Sauvignon, tutte specificazioni del Bosco Eliceo. (da segnalare, in questo ambito, l’adesione alla Strada dei Vini e dei Sapori – Provincia di Ferrara). [http://www.stradaviniesaporiferrara.it/italiano/index.php] Argenta è altresì uno dei poli produttivi d’eccellenza nazionale della filiera del grano duro, valorizzata tramite il marchio Oro d’Argenta. [http://filiera.orodargenta.it/oro/index.php?lang=it]

Si elencano di seguito alcune politiche virtuose adottate dal Comune di Argenta nel corso degli anni:

Gestione del territorio

Partecipa.net (2006 – oggi concluso a seguito dell’approvazione degli strumenti urbanistici)

[https://partecipazione.regione.emilia-romagna.it/entra-in-regione/progetti/altri-progetti/partecipanet]

Il progetto Partecipa.net, coordinato dalla Regione Emilia Romagna e finanziato dal Ministero per l’Innovazione e le Tecnologie, aveva come obiettivo quello di dare luogo a processi partecipativi di e-democracy.

Dal momento che la nuova disciplina urbanistica richiedeva esplicitamente che nel processo di definizione degli strumenti di pianificazione, venisse promossa la concertazione con le associazioni economiche e sociali del territorio e fossero consultati i cittadini e le associazioni costituite per la tutela di interessi diffusi, si cercò di sperimentare la modalità della “partecipazione informatica” per la consultazione del PSC. Da settembre 2006 è entrato in funzione un sito internet appositamente dedicato ai temi del PSC che ha consentito agli iscritti di:

– iscriversi ad una newsletter tematica;

– porre domande specifiche su questioni inerenti gli argomenti del PSC associato,

accedendo alla sezione “ ricevere on line risposte personalizzate”;

– partecipare a sondaggi sulle tematiche del PSC associato confermando la propria

adesione al servizio al momento della registrazione;

– discutere attivamente sui temi trattati dal PSC associato, utilizzando lo strumento del

Forum.

Partecipazione per la redazione del Piano Urbano del Traffico (2011 – 2012/13)

[https://argenta.crowdmap.com/main]

Per la redazione del Piano Urbano del Traffico dell’abitato di Argenta si è ritenuto essenziale coinvolgere la cittadinanza attraverso un percorso partecipativo sviluppato attraverso 3 canali fondamentali:

– compilazione di un questionario rivolto alla cittadinanza e, in particolare, alle famiglie,

la cui distribuzione è avvenuta sia attraverso le scuole sia via web (portale del Comune

di Argenta);

– compilazione di un questionario specificamente rivolto agli operatori del commercio, per

la cui distribuzione ci si è avvalsi della collaborazione di CNA e Confesercenti;

– impiego di strumenti partecipativi via web (forum di discussione sul Piano Urbano del

Traffico, segnalazione via web di criticità direttamente sulla mappa tramite modulo

online o smartphone).

Progetto “Aleotti detto l’Argenta- Lo spettacolo delle energie rinnovabili”. Progetto di partecipazione sui temi dell’educazione ambientale

Il processo nasce dall’esigenza di programmare e sperimentare sul territorio dell’Unione dei comuni Valli e Delizie nuove attività di educazione ambientale, monitorando nel contempo l’offerta esistente, con la consapevolezza che la diffusione e l’adeguatezza delle azioni di educazione ambientale rappresentano la sfida dei prossimi decenni per la salvaguardia del pianeta Terra.

L’Unione, su sollecitazione iniziale del Comune di Argenta, ha deciso di consultare e coinvolgere la comunità locale su come sia opportuno fare educazione ambientale e quali iniziative appaiano più efficaci, allo scopo di valutare la diffusione e l’adeguatezza delle azioni in essere e per meglio orientare l’ente nella futura programmazione e/o erogazione di prodotti e servizi in tale ambito, con una particolare attenzione rivolta alle giovani generazioni.

In terre di bonifica, dove la risorsa acqua rappresenta una delle principali peculiarità ambientali e dove già sono presenti strutture che ne valorizzano la storia ed il ruolo (ad es. l’Ecomuseo di Argenta), l’Unione ha deciso di puntare su una figura identitaria del territorio, Giovan Battista Aleotti (detto l’Argenta dal luogo di nascita), che ha saputo integrare le conoscenze idrauliche, geotermiche e fisiche con l’esperienza derivante dall’importante ruolo svolto nella bonifica ferrarese. Più in particolare, Aleotti fu ricercatore e sperimentatore instancabile dell’applicazione delle energie rinnovabili presenti in natura (idraulica, meccanico-cinetica, pneumatica), che impiegò anche in ambito teatrale per apparati, macchine e congegni meccanici in movimento.

Per questo il progetto, in parallelo, ha voluto anche sperimentare nuove modalità di educazione ambientale all’interno delle scuole, approfondendo e mettendo in pratica gli studi dell’Aleotti sul rapporto tra le energie rinnovabili e le loro applicazioni meccaniche. Grazie a questo approfondimento gli studenti delle scuole elementari e medie inferiori e superiori hanno realizzato una serie di modellini di macchine meccaniche realmente funzionanti progettati da Giovan Battista Aleotti, azionati da energie rinnovabili come vapore e liquidi.

I temi-chiave del confronto, promosso dall’Unione su sollecitazione del Comune di Argenta, sono stati:

– quali proposte per future azioni di educazione ambientale?

– come sensibilizzare le giovani generazioni sui temi ambientali?

– come promuovere le energie rinnovabili? Quali gli strumenti di comunicazione?

Sondaggi

A partire dall’Ottobre 2014 si è ripresa l’attività di consultazione pubblica tramite sondaggi,distribuiti on-line e tramite moduli cartacei alla popolazione. Oltre al progetto Aleotti, sopra riportati, che ha visto costruire una consultazione su temi riguardanti la coscienza e l’educazione ambientale, l’amministrazione ha promosso sondaggi sugli orari di apertura di alcuni servizi, sull’organizzazione di manifestazioni di piazza e sul tema della raccolta rifiuti, ottenendo un positivo riscontro di partecipazione tra la cittadinanza.

http://www.comune.argenta.fe.it/4/332/partecipa/sondaggi

Il processo partecipativo per la candidatura a Riserva MAB UNESCOdei comuni di Argenta, Afonsine, Ravenna e Cervia

I Comuni di Alfonsine, Argenta, Cervia e Ravenna, i cui territori comprendono aree che fanno parte del Parco del Delta del Po Emilia-Romagna, hanno avviato il processo partecipativo per la candidatura a diventare Riserva della Biosfera MAB UNESCO: chiedendo cioè un allargamento all’attuale perimetro della Riserva.

Il programma UNESCO Man and Biosphere (MAB) ha l’obiettivo di stabilire una base scientifica per il miglioramento delle relazioni tra le persone ed il loro ambiente. Le Riserve della Biosfera sono aree che comprendono ecosistemi terrestri, marini e costieri in cui si promuovono soluzioni per conciliare la conservazione della biodiversità ed il suo uso sostenibile. Oggi le aree MAB coprono una rete mondiale di 651 riserve distribuite in 120 paesi.

Il processo partecipativo che si apre oggi ha l’obiettivo di estendere il riconoscimento a diverse aree del Comune di Argenta (che rientra parzialmente nella perimetrazione già riconosciuta) e dei Comuni di Alfonsine, Cervia e Ravenna.

In particolare il territorio argentano vedrebbe inserita nella riserva MAB Unesco l’oasi di Argenta e Campotto (stazione n. 6 del Parco del Delta del Po) e l’area, di collegamento con le valli di Comacchio, delle bonifiche di Argenta e del Mantello, attraverso la direttrice del paleoalveo dell’antico Po di Primaro

PAES – Piano delle Azioni per le Energie Sostenibili

L’Unione Valli e Delizie, di cui il Comune di Argenta fa parte, con una scelta importante e non scontata, si dota del PAES, acronimo entrato oramai con usualità nel linguaggio corrente dell’azione amministrativa.

La rilevanza di un PAES, la sua attendibilità, hanno la loro cartina tornasole nella serietà dell’approccio scientifico con il quale si costruisce il documento ed è questo che come Unione abbiamo fatto, partendo da dati certi e certificati in materia di inventario delle emissioni di base, ossia la quantificazione dell’ammontare di CO2 emesse in conseguenza di consumo di energia nel territorio. Verificato in tale modo la quantità e la qualità delle emissioni, ci si è interrogati in ordine alle azioni da mettere in campo al fine di raggiungere la diminuzione di CO2 ma anche realizzare un’opera importante di educazione delle Amministrazioni e delle Comunità alla tutela delle proprie risorse ambientali. Abbiamo così articolato le nostre proposte di azioni su assi ben precisi, riassumibili così:

– produzione di energia rinnovabile

– risparmio di energia

– trasporti

– rifiuti

– stili di vita

– edilizia

Lo scopo del PAES, la firma, la redazione del documento non hanno voluto essere semplicemente la realizzazione di una lista di pie intenzioni associate ad azioni più o meno ampie in materia di tutela ambientale; piuttosto, sono l’architrave su cui poggiare le politiche ambientali in maniera non retorica e surrettizia ma in un contesto di valutazione economica, di prospettive concrete di sviluppo in senso lato, di salubrità ambientale vera e non di maniera. Altra caratteristica che in questa sede pare opportuno segnalare, in ordine al PAES, è il percorso partecipativo ed informativo e la dinamicità dello stesso.

http://www.comune.argenta.fe.it/40/838/vivere-argenta/notiziario-del-comune/a-notiziario-del-comune-di-argenta-12016/ambiente

Impronta ecologica

Risparmio e riqualificazione energetica (2007-2012)

[http://www.comune.argenta.fe.it/25/588/vivere-argenta/ambiente/contabilita-ambientale]

Il Comune, insieme alla municipalizzata Soelia SpA, si è impegnato negli anni nella produzione da fonti rinnovabili e nella riqualificazione energetica consentendo una gestione più sostenibile dell’energia. Si individuano anche diversi interventi di riqualificazione energetica che hanno consentito una riduzione dei consumi. Alcuni esempi di intervento hanno riguardato:

– nella pubblica illuminazione sono state sostituite le lampade a filamento con lampade

SAP (Sodio ad Alta Pressione) che hanno consentito una riduzione dei consumi di circa il

26% tra il 2007 ed il 2012;

– sostituzione di serramenti in edifici pubblici per un totale di circa 662,02 mq.

– Rifiuti

Vigilanza ambientale e sensibilizzazione della cittadinanza con Legambiente

(2012 – tuttora attivo)

[http://www.soelia.it/modelli/dintorni-02.aspx?ID=308]

Attività di vigilanza sul territorio, principalmente orientata a limitare l’increscioso fenomeno

dell’abbandono di rifiuti, nonché per la sensibilizzazione della cittadinanza verso una corretta raccolta differenziata. Su segnalazione della multiutility Soelia SpA, i volontari perlustrano periodicamente quelle zone soggette a frequenti abbandoni di rifiuti,con l’auspicio che il presidio possa essere un deterrente all’inciviltà ed alla maleducazione delle persone. Qualora venissero rinvenuti rifiuti sul territorio, si cerca di risalire al responsabile inviando repentinamente la segnalazioni al referente del Sevizio igiene Urbana di Soelia.

Uno degli scopi di questo progetto è anche quello di aiutare le persone ad orientarsi nel

complesso mondo dei rifiuti, facendo capire loro che se non si esegue correttamente la raccolta differenziata o se si abbandonano rifiuti sul territorio, chi ne paga è il comune cittadino che deve accollarsi le spese di un sistema che non funziona correttamente. A tale scopo i volontari sensibilizzano i cittadini che conferiscono rifiuti presso le isole ecologiche, verificando la corretta separazione dei rifiuti ed educando le persone, anche lasciando loro la guida alla raccolta differenziata di Soelia, verso comportamenti responsabili.

– Mobilità sostenibile

 Piano Urbano del Traffico dell’abitato di Argenta

[PUT adottato con DCC n. 32 del 21/05/2012.

PUT approvato con Delibera di Consiglio dell’Unione Valli e Delizie n. 22 del 12/12/2013]

Il valore aggiunto del nuovo Piano Urbano del Traffico dell’abitato di Argenta è principalmente insito nella sua sostenibilità in termini di trasporto alternativo al mezzo motorizzato. La maggior parte delle soluzioni prospettate hanno come obiettivo quello di promuovere un incremento di utilizzo in sicurezza della bicicletta, considerata come mezzo prioritario per gli spostamenti di breve raggio interni al capoluogo: attraverso il completamento degli itinerari esistenti nonché attraverso l’utilizzo sicuro della bicicletta in promiscuità anche con il mezzo privato. L’ideale insito nel piano è quella di rendere la rete stradale comunale una rete ciclabile potenzialmente interconnessa. Incentivare l’utilizzo della bicicletta in una realtà come quella del capoluogo di Argenta, comporta inevitabilmente una riduzione del trasporto locale con il mezzo privato e ciò si sposa con una politica a favore della riduzione delle sorgenti di PM10 da traffico automobilistico.

– Nuovi stili di vita

Consumiamo il Consumabile (2013 – tuttora attivo)

[https://www.facebook.com/consumiamoilconsumabile?_rdr=p]

[http://consumiamoilconsumabile.it/]

Iniziativa che vede la promozione di produzione e vendita di prodotti locali e sostenibili dalla filiera controllata. Si instaura un rapporto tra produttore e consumatore che consente riduzione del rifiuto a monte (grazie alla mancata esigenza di imballaggi) oltre che una riduzione delle emissioni dovute ai trasporti.

Il progetto si fonda sulla creazione di una mappa interattiva sulla quale compaiono le attività che soddisfano determinati requisiti come: vendita prodotti locali di stagione, vendita prodotti sfusi, luoghi di ristorazione, prodotti sfusi biologici, mercati cittadini, esercizi commerciali specializzati, gruppi di acquisto solidale, produzione di energia rinnovabile, somministrazione di acqua depurata in caraffa.

 

[{"nome":"Argenta","coords":"44.638, 11.8848"}]

Indirizzo
P.zza Garibaldi, 1

Provincia
FE

CAP
44011

Referente
Antonio Fiorentini, sindaco

Telefono
0532330111

Sito web
http://www.comune.argenta.fe.it

Email
sindaco@comune.argenta.fe.it