Felino

Presentazione del Comune (caratteristiche morfologiche e anagrafiche)

 Il Comune di Felino fa parte dell’Unione Pedemontana Parmense, istituita nel 2008, insieme ai comuni di Collecchio, Sala Baganza, Montechiarugolo e Traversetolo. La sua popolazione conta attualmente 8.775 abitanti e circa 3.644 nuclei familiari con una percentuale di stranieri pari a circa il 10%.

Il territorio di Felino si estende per circa 38 km km nell’area sud-ovest della provincia di Parma, a circa 18 km dal comune capoluogo, in una zona situata tra collina e pianura, dove si vive in un rapporto privilegiato con l’ambiente naturale circostante. Felino è infatti un centro urbano particolarmente attivo che, pur distinguendosi in ambito economico e produttivo per la grande tradizione agroalimentare del territorio, non ha mai rinunciato ad un’intensa politica di tutela ambientale, presupposto indispensabile per una produzione di qualità. La vicinanza di due parchi regionali di grande pregio ambientale, il parco del Taro e il parco dei Boschi di Carrega, la presenza di importanti risorse culturali e storiche e la disponibilità di potenziate infrastrutture di collegamento, oltre che la vantaggiosa posizione nel cuore della ‘Food Valley’, fanno di Felino un moderno centro di relazione tra significativi sistemi di risorse ambientali, paesistiche ed economiche.

Dal punto di vista logistico, il territorio comunale di Felino è caratterizzato da due centri urbani rilevanti, Felino e San Michele Tiorre, dove si colloca la maggior parte della zona residenziale, dei servizi e una parte delle attività produttive. Vi sono poi aree artigiano-industriali localizzate anche lungo il Torrente Baganza, nelle frazioni di San Michele Gatti e di Poggio di S. Ilario B. Il territorio agricolo occupa la maggior parte del territorio comunale ed è finalizzato alla coltivazione e alla produzione di Parmigiano Reggiano.

L’economia di Felino è prevalentemente basata su attività artigianali ed industriali di piccole e medie imprese operanti nel settore agro-alimentare, soprattutto nella lavorazione e trasformazione di carni suine. Il prodotto tipico locale è il “Salame Felino Igp” per la cui tutela e promozione è attivo l’omonimo Consorzio. Sono numerose le aziende agricole mentre nel settore terziario si trovano soprattutto aziende di piccole dimensioni, in particolare commercianti e ristorazione. Unica eccezione è rappresentata dall’area commerciale “Val Baganza”, inaugurata nel maggio 2010, che raggruppa una serie di esercizi commerciali di piccola – media grandezza.

Per quanto riguarda le infrastrutture stradali, le strade sul territorio comunale sono in totale 147, per una lunghezza totale di 97,53 km circa. La viabilità principale è rappresentata da tre strade provinciali che collegano Felino a Parma, Calestano e Traversetolo.

Altre infrastrutture presenti sul territorio sono alcuni elettrodotti a media e alta tensione, un metanodotto, le condotte dell’acqua potabile, il depuratore comunale e la fognatura pubblica.

 

Elementi storico-culturali

La testimonianza più significativa del passato di Felino è indubbiamente il Castello, che risale al XII secolo e sorge in posizione panoramica, su una collina a circa 1 km dal centro abitato. E’ attualmente di proprietà privata ed è stato di recente oggetto di restauro. All’interno del Castello è ospitato il Museo del Salame, inaugurato nell’autunno 2004, che fa parte del circuito dei Musei del Cibo, che ripercorre la storia della produzione del salame di Felino.

Da segnalare anche alcune chiese e pievi di origini medievali e rinascimentali: la Chiesa Arcipretale di Felino, la Chiesa Canonica di Barbiano, la Chiesa di San Michele Gatti, la pieve romanica di S.Ilario Baganza e l’Oratorio di S.Rocco (a Casale di Felino) che, costruito dopo la metà del ‘500, è un bell’esempio di architettura “minore” del secolo XVI.

Infine, sono interessanti anche alcune ville e parchi privati di grande pregio: Villa Branchi, Parco Brian, Villa e Parco Camount Caimi e Villa Gambara a Felino, Villa Ceci e Villa Monguidi a San Michele Gatti e anche l’edificio del XIV secolo denominato il “Torrione”, avamposto del Castello.

 

Eventi e manifestazioni

Il Comune di Felino è particolarmente attivo sul fronte dell’intrattenimento e dell’animazione culturale e commerciale locale. Sono numerose le sagre e le feste di paese tradizionali che vengono riproposte annualmente da associazioni e gruppi locali. Tra le principali, sono da citare: il Carnevale di Felino (febbraio), la Fiera di San Bernardo (marzo-aprile), la Notte del Palato Fino (giugno), la Fiera d’Agosto (agosto), il Festival del Prosciutto (settembre) e il Festival del Salame Felino Igp (giugno o settembre), la Fiera di Santa Lucia e il MercaNatale (dicembre).

 

Progetti ambientali

  1. CERTIFICAZIONE EMAS

Dal 2008 il Comune di Felino è registrato EMAS. La certificazione EMAS attesta la validità del sistema di gestione ambientale attuato dal Comune, la pianificazione territoriale e la protezione attiva del territorio, l’indirizzo e il controllo della gestione del ciclo delle acque e dei rifiuti, la gestione e manutenzione del patrimonio comunale, il controllo e l’ottimizzazione dei consumi energetici nonché l’applicazione di strumenti di sviluppo sostenibile. Ogni anno, il Comune di Felino si sottopone ad una verifica dell’ente di controllo per la valutazione del rispetto dei requisiti per il mantenimento della certificazione EMAS. Maggiori informazioni >> CERTIFICAZIONE EMAS

  1. TARIFFA PUNTUALE E RACCOLTA DIFFERENZIATA

Primo tra i comuni della Provincia di Parma, Felino ha sperimentato dapprima il sistema della raccolta porta a porta e poi della tariffazione puntuale dei rifiuti residui non differenziabili, registrando tra il 2009 e il 2012 un sensibile incremento della percentuale di differenziata che nel 2013 ha raggiunto l’83,7%.  In virtù di questi importanti progressi, a partire dal 2013, è attivo a Felino un nuovo sistema di calcolo per definire la tariffa di igiene urbana per le utenze domestiche e non domestiche. Con la collaborazione del gestore Iren Emilia,  è stata introdotta la cosiddetta “TIA puntuale” ( poi TARES puntuale) allo scopo di determinare la quota variabile della tariffa in base alla quantità di rifiuto residuo non differenziabile effettivamente prodotto da ogni impresa o famiglia, con il conseguente effetto che “chi più differenzia meno spende”. Oggi, la tariffazione puntuale viene mantenuta con l’adozione del sistema della tariffa avente natura di corrispettivo” con il quale il Comune di Felino è andato a sostituire la vecchia Tares (tributo) con una tariffa, assicurando a cittadini e imprese del territorio una maggiore personalizzazione della spesa per i rifiuti e anche la detrazione dell’IVA per le attività produttive. Gli eccellenti risultati nel campo della raccolta differenziata hanno valso al Comune i seguenti premi:

  • 2012: Premio R.idea assegnato dalla Provincia di Parma per la raccolta differenziata svolta nel 2010
  • 2013: Premio Cigno d’Oro assegnato da Legambiente per il sistema di tariffazione puntuale
  • 2014: Premio Comune Riciclone assegnato da Legambiente per il record provinciale nella raccolta differenziata
  • 2014: Sotto il muro dei 100 kg assegnato dal WWF per la minor quantità di rifiuto residuo prodotto

Maggiori informazioni >> TARES PUNTUALE

  1. PATTO DEI SINDACI E PAES

Con l’approvazione del progetto europeo Patto dei Sindaci” sottoscritto nel 2011, i comuni dell’Unione Pedemontana Parmense, tra i quali Felino, si sono impegnati a promuovere azioni per la riduzione delle emissioni di CO2 nei propri territori. Come previsto dal programma del Patto dei Sindaci, il primo documento prodotto dal Comune di Felino in collaborazione con le Università di Bologna e Parma è stato la BEI (Baseline Emission Inventory), cioè la fotografia delle emissioni di CO2 e dei consumi energetici all’interno del territorio comunale nei vari settori (trasporti, aziende, residenze, edifici pubblici, ecc.). Successivamente è stato redatto il PAES (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile), un documento contenente le azioni ambientali da adottare, approvato con Delibera di Consiglio Comunale n° 16 del 22/4/2013. Maggiori informazioni >> PATTO DEI SINDACI E PAES

  1. COMUNITA’ SOLARE LOCALE

Nell’ambito delle azioni previste dal Paes, il Comune di Felino vorrebbe coinvolgere i propri cittadini nella realizzazione di una Comunità Solare Locale. La creazione della comunità solare è un progetto innovativo che rafforza il valore del senso della partecipazione alla vita pubblica: la partecipazione diventa uno strumento per rafforzare il legame con il territorio e la comunità, per contribuire a determinare le scelte strategiche e per accrescere la consapevolezza del cittadino nei confronti del ruolo attivo che può giocare per cambiare il futuro energetico del suo territorio. L’Amministrazione Comunale nel 2014 ha presentato alla cittadinanza la prima esperienza italiana di Comunità Solare Locale che è stata fatta a Casalecchio di Reno al fine di iniziare a porre le basi di questo nuovo progetto anche a Felino. Maggiori informazioni >> COMUNITA’ SOLARE LOCALE

  1. ACQUA PUBBLICA

L’Amministrazione Comunale di Felino, al pari di numerosi altri enti locali della Provincia e della Regione, già da alcuni anni attua una politica di sensibilizzazione per un maggiore uso dell’acqua pubblica presso la cittadinanza. Il consumo di acqua dell’acquedotto, in sostituzione all’acqua in bottiglia, consente, infatti, una sensibile riduzione nella produzione di CO2 e minori costi di smaltimento. Per questo motivo, il Comune promuove l’utilizzo nelle scuole e nelle case di acqua del rubinetto, cioè “acqua a km zero”, eliminando quindi il ricorso alle bottiglie in plastica con tutti gli oneri che queste comportano: acquisto, manipolazione, stoccaggio e, non ultimo, il loro costoso smaltimento. Dal 2014, nelle scuole di Felino si serve l’acqua del rubinetto e non quella nelle bottiglie di plastica ed è presente “La Casa dell’Acqua” che eroga acqua refrigerata liscia e gasata a prezzi contenuti. Maggiori informazioni >> ACQUA PUBBLICA e >> CASA DELL’ACQUA

  1. QUALITA’ DELL’ARIA

Per monitorare le condizioni di qualità dell’aria, il Comune pubblica regolarmente le rilevazioni effettuate da Arpa- sezione Parma in località Poggio. S. Ilario Baganza. Maggiori informazioni >> QUALITA’ DELL’ARIA

  1. ENERGIA VERDE

Il Comune di Felino utilizza energia verde certificata ai sensi della Deliberazione dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas – ARG/elt 104/11 e aderisce al consorzio CEV per i consumi degli edifici comunali. Tali misure di riduzione dell’inquinamento ambientale tramite l’utilizzo di energia elettrica provenienti da fonti rinnovabili rientrano negli obiettivi definiti con l’adesione al Patto dei Sindaci e sono inseriti anche nel documento PAES del Comune di Felino. Maggiori informazioni >> ENERGIA VERDE

  1. SPORTELLO ENERGIA TELEMATICO

Nel 2014 è stato attivato lo Sportello Energia Telematico dell’Unione Pedemontana Parmense per dare informazioni chiare ed aggiornate sui temi dell’efficienza energetica e della produzione di energie rinnovabili nel settore civile ai cittadini dei cinque comuni dell’Unione, tra i quali Felino. Nella pagina web dello Sportello Energia sono disponibili informazioni, documenti e link di approfondimento sulle principali tematiche collegate all’efficientamento energetico degli edifici privati. Inoltre, con lo sportello si mette a disposizione dei cittadini un consulente per chiarimenti e informazioni specifiche ed un indirizzo e-mail al quale inviare quesiti. Maggiori informazioni: >> SPORTELLO ENERGIA TELEMATICO

  1. ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Coerentemente con quanto previsto nel PAES, l’Amministrazione Comunale di Felino ha commissionato nel 2013 uno studio di fattibilità per la stipula di un contratto per la gestione globale del servizio di illuminazione pubblica in partenariato pubblico privato con la finalità di effettuare interventi di riqualificazione e messa a norma degli impianti di pubblica illuminazione a Felino, miglioramento delle prestazioni energetiche e aumento del risparmio energetico, sostituzione dei corpi illuminanti obsoleti e gestione efficiente ed efficace di tutti gli impianti di illuminazione pubblica. Ad oggi, il contratto è stato affidato e i lavori sono in fase di avvio. Maggiori informazioni >>

http://www.comune.felino.pr.it/comune/page.asp?IDCategoria=2358&IDSezione=0&IDOggetto=9710&Tipo=NEWS

 

Indirizzo
piazza Miodini 1

Provincia
PR

CAP
43035

Referente
Elisa Leoni, Vice Sindaco

Telefono
0521-335951

Sito web
http://www.comune.felino.pr.it

Email
e.leoni@comune.felino.pr.it

 

Gallery

[{"nome":"Felino","coords":"44.6969007,10.2372599"}]

Indirizzo
Piazza Miodini, 1

Provincia
PR

CAP
66015

Referente
Elisa Leoni, sindaco

Telefono
0521335951

Sito web
http://www.comune.felino.pr.it/

Email