Gradoli

Cenni storici

Gradoli, grazioso centro dell’ Alto Lazio, è situato a 480 m di altitudine e si affaccia sul lato nord/ovest del Lago di Bolsena.Il suo territorio si estende per circa 3570 ettari con 8 Km di spiaggia.

La posizione collinare, il terreno calcareo-argilloso ricco di azoto e potassio permettono un’intensa coltivazione di pregiate varietà di vigneti ed uliveti selezionati, tanto da ricevere il riconoscimento del D.O.C per l’ Aleatico e il Greghetto, la Grappa e l’ Olio extravergine di oliva (quest’ultimo a livello europeo).
Inoltre, i territori adiacenti alle sponde del lago favoriscono anche la coltivazione di cereali ed ortaggi in particolare di patate, fagioli ( bianchi, tondi e piccoli detti del Purgatorio ), aglio e cipolle.
Le prime notizie storiche certe risalgono nell’anno 1113 quando Matilde di Canossa dona alla Chiesa tutti i suoi possedimenti compreso Castrum Gradolarum.Per tutto il secolo XIII e parte del XIV Gradoli subisce il dominio sia della Santa Sede sia del Comune di Orvieto.
Nel 1513 Papa Leone X conferisce al cardinale Alessandro Farnese ed a tutti i suoi discendenti la perpetua investitura dei Castelli di Gradoli e Canino.

La presenza dei Farnese a Gradoli termina nel 1649, quando papa Innocenzo X Pamphili distrugge la città di Castro, capitale del Ducato che ritorna tra i possedimenti della Chiesa.

Verso gli ultimi anni del 1700 si manifesta il fenomeno del brigantaggio.
Nel 1811 Gradoli è occupata dalle milizie di Napoleone.
Nel 1870 con la fine del potere temporale dei Papi passa al Regno d’ Italia.

Monumenti, musei e chiese

PALAZZO FARNESE E MUSEO DEL COSTUME FARNESIANO

Costruito tra il 1517 ed il 1526 dall’ architetto Antonio da Sangallo il Giovane, è commissionato dal cardinale Alessandro Farnese (futuro papa Paolo III) forse come dono di nozze tra il figlio Pierluigi e Gerolama Orsini di Pitigliano.

La costruzione, si sviluppa su diversi livelli : un seminterrato, un androne di ingresso, due piani nobili e

due piani ammezzati raggiungibili attraverso una scala nobile e due scale minori . Il Palazzo nel 1649 con la caduta del ducato di Castro diventa di proprietà della Camera Apostolica. Nel 1716 viene concesso da papa Clemente XI alla Congregazione dell’ Oratorio di San Filippo Neri, fino al 1923 quando è acquisito dal Comune di Gradoli.

Il Museo del Costume Farnesiano, inaugurato nel 1998 ,occupa le sale del secondo piano nobile e alcuni locali del piano ammezzato sottostante del Palazzo Farnese. Il Museo con l’ausilio di pannelli illustrativi, postazioni interattive, saletta video, ospita un’ ampia collezione di riproduzioni di abiti nobiliari, popolari, ecclesiastici, abbigliamento intimo, accessori, armi ed armature dal XV al XVII sec.

CHIESA SANTA MARIA MADDALENA

Accanto al Palazzo Farnese si può ammirare la Chiesa Collegiata di Santa Maria Maddalena in stile barocco. Forma con la torre campanaria un complesso unico.
All’interno si erge un elegante pulpito in noce scuro, opera dell’artigiano tedesco Matteo Siler. Interessanti sono anche gli affreschi dell’abside e il fonte battesimale del XV secolo attribuiti alla scuola di Isaia da Pisa.

CHIESA DI SAN MAGNO

Scendendo per la strada che porta verso il lago, dopo aver percorso circa 7 Km, sulla riva si vede la chiesa di San Magno un tempo del Sovrano Ordine dei Cavalieri di Malta. La costruzione di epoca quattrocentesca di tufo, possiede una copertura a capriate e un portale con un cornicione in stile rinascimentale. La chiesa gode di un singolare privilegio detto il “Perdono di San Magno”, un’ indulgenza plenaria , già concessa nell’ anno 1611 e rinnovata da papa Benedetto XIV nel 1754 per tutti quelli che la visitano il 19 agosto di ogni anno, festa del Santo.

CHIESA DI SAN VITTORE

Percorrendo l’omonima via fino fuori dell’ abitato, si arriva sul colle dove sorge la chiesa di san Vittore che la tradizione popolare sostiene sia stata eretta come ex- voto sul luogo dove i Saraceni sarebbero stati bloccati da un banco di nebbia risparmiando così i cittadini dal saccheggio.
Ha forma rettangolare, il tetto a capriate, abside a volta. Nell’ altare di sinistra dedicato alla Madonna delle Grazie, è posto un affresco della scuola senese del 1400 di gran devozione popolare.

CHIESA DI SAN MICHELE ARCANGELO

Antica chiesa parrocchiale, ad un’unica navata rettangolare, conserva un interessante affresco della scuola senese risalente alla prima metà del Quattrocento.

EVENTI E MANIFESTAZIONI

3-4-5 Gennaio

Le tentavecchie.

Manifestazione di origine antichissima, si svolge nelle tre serate precedenti l’Epifania (6 gennaio). Si percorrono le vie del paese con qualsiasi cosa che faccia rumore o suono per cacciare via le streghe. Durante la serata del 5 gennaio, la Befana porta dolcetti e caramelle ai bambini.

Mercoledì delle Ceneri

Pranzo del Purgatorio.

Ogni anno, il Mercoledì delle Ceneri, si rinnova una secolare tradizione. La Fratellanza del Purgatorio, una confraternita sorta con il fine di procurare i suffragi alle anime del Purgatorio e compiere opere di beneficenza , prepara, nei locali della cantina sociale, il famoso Pranzo del Purgatorio, banchetto per circa 1800 persone. Il menù è da sempre uguale: fagioli del Purgatorio in bianco, conditi con olio extra vergine d’ oliva locale, brodo di pesce con riso, luccio in umido, nasello fritto e baccalà lessato. Il tutto è accompagnato dagli ottimi vini locali. Questa manifestazione è preceduta il Giovedì Grasso da una questua, realizzata dai membri della Fratellanza. I confratelli, vestiti con il saio tradizionale e incappucciati , girano per le vie del paese, raccogliendo offerte, sia in denaro sia in natura, che sono “ battuti “, nel pomeriggio, in un’asta nella piazza centrale. Il ricavato, nel passato, serviva per allestire il Pranzo del Purgatorio.

Venerdì Santo

Processione del Cristo Morto Per le vie del paese vengono allestite quadri plastici tratti dalla tradizione evangelica sulla passione di Cristo.

Seconda domenica di Maggio

Fiera di San Vittore.Fiera di merci lungo le vie del paese.

14 Maggio

Festa di S. Vittore.Festa compatronale

Luglio-Agosto

Gradoli Estate.

Rassegna di teatro, musica, spettacoli e gastronomia.

Luglio

Festa alla Corte dei Farnese

Rievocazione storica, cibarie, beveraggi e mercatini di altri tempi.

Visite guidate con animazione in costume a Palazzo Farnese.

21-22-23 Luglio

Festa di Santa Maria Maddalena e San Clemente martire.Festa patronale.

Ultima domenica di Luglio

Fiera del solleone

Fiera di merci lungo le vie del paese.

Ultimo weekend di Luglio e il primo weekend di agosto

Aleatico in festa: stand enogastronomici, degustazione del vino DOC Aleatico, di prodotti e dolci locali, il tutto allietato da tanta buona musica.

19 Agosto

Festa di S.Magno

Terzo weekend di Agosto.

Cena degli Incappucciati “Sagra del fagiolo” : stand enogastronomici e degustazione di prodotti tipici.

PROGETTI AMBIENTALI

  • Giornata ecologica per la tutela, salvaguardia e valorizzazione del lungolago Istituzione di un’area “Animal Friendly” per l’accesso in spiaggia degli animali d’affezione.
  • Regolamento di regolamento per il decoro estetico ambientale, l’arredo urbano, la sicurezza.
  • Raccolta differenziata dei rifiuti.
  • Realizzazione di isola ecologica.

 

Gallery

[{"nome":"Gradoli","coords":"42.6436919,11.854888"}]

Indirizzo
Piazza Palombini, 2

Provincia
VT

CAP
01010

Referente
Luigi Buzi, sindaco

Telefono
0761456082

Sito web
http://www.comune.gradoli.vt.it/

Email
sindaco@comune.gradoli.vt.it