Democrazia 3.0

Prove di democrazia partecipata 3.0. Tutto ciò che c’è da sapere su uno strumento di condivisione e coinvolgimento attivo delle scelte di una comunità, un luogo e uno spazio dove cittadini e amministratori giocano la sfida del cambiamento dalla stessa parte del campo. 

Un modello di sviluppo in crisi e città sempre più alienanti, portano le comunità locali a perdere contatto con la propria storia e con la possibilità di attivare reti tra cittadini e istituzione. Lo strumento della partecipazione diventa quindi un’opportunità concreta nel tentativo di invertire la rotta e consentire alla cittadinanza di attivare forme di economia sostenibile, di mutuo soccorso, di integrazione sociale, e il fenomeno della cooperazione di comunità si configura come uno strumento in grado di aggregare tutti questi elementi, come testimoniano il recente dibattito e gli ultimi interventi legislativi della Regione.

Vi raccontiamo le storie di due comuni che hanno introdotto l’esperienza della cooperativa di comunità come innovazione capace di futuro. Diversi per caratteristiche e collocazione geografica, Castel del Giudice (IS) e Melpignano (LE), rappresentano la dimostrazione lampante di quanto possa essere determinante l’azione virtuosa di un ente locale quando sa intercettare i bisogni e le potenzialità di un’intera comunità.

L’appuntamento con una nuova edizione della Scuola di Altra amministrazione è per il prossimo 5 marzo nel comune virtuoso di Tollo, presso la sede del Museo del Vino.

PROGRAMMA COMPLETO E ISCRIZIONI ON LINE

Condividi