Il porta a porta premiato

Durante il convegno di presentazione della nona edizione ‘Comuni Ricicloni di Puglia’ organizzata da LEGAMBIENTE Puglia, è stato conferito nei giorni scorsi all’Amministrazione Comunale di Modugno (BA) il premio MENZIONE SPECIALE START UP per aver introdotto un sistema innovativo di raccolta rifiuti riuscendo così a raggiungere elevate percentuali di raccolta differenziata a pochi mesi dall’avvio del nuovo servizio. A ritirare il premio nella sala convegni dell’Hotel Palace di Bari, il Sindaco Nicola Magrone, l’assessore all’ambiente Tina Luciano, i dirigenti della società Navita che gestisce a Modugno il nuovo servizio di igiene urbana improntato alla raccolta differenziata spinta mediante il ‘porta a porta’ e tariffazione puntuale. Un sistema che già a partire da fine 2017 applicherà il principio “chi meno inquina meno paga” con i primi sconti sulla tassa rifiuti dei cittadini modugnesi.

L’iniziativa ‘Comuni Ricicloni’ è realizzata ogni anno da Legambiente Puglia col patrocinio dell’assessorato alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia e di ANCI Puglia finalizzata a valorizzare le migliori esperienze dei comuni pugliesi in tema di gestione dei rifiuti, premiando le rispettive performance.

Oggi viene premiato il risultato di un lavoro di gruppo all’interno dell’Aro Bari2 ma consideriamo questo un punto di partenza e non un punto di arrivo” ha detto l’assessore all’ambiente del Comune di Modugno Tina Luciano durante la discussione sui risultati del rapporto comuni Ricicloni di Puglia nel quale sono intervenuti il Presidente di Legambiente Puglia Francesco Tarantini, l’assessore regionale all’ambiente Domenico Santorsola, il Commissario dell’agenzia regionale gestione rifiuti Gianfranco Grandaliano, il Presidente Anci Puglia Luigi Perrone e gli altri sindaci dei comuni premiati. “Stiamo già lavorando alla tariffazione puntuale – ha aggiunto Tina Luciano – per motivare ulteriormente i cittadini che sono poi quelli che mettono in atto concretamente le condotte che ci hanno portato a questo risultato. Ci auguriamo che anche la Regione Puglia riconosca il nostro sforzo costante alla riduzione dei rifiuti e lo faccia con criteri premiali nell’attribuzione dell’ecotassa 2016 e 2017”.

Ottimo dunque il risultato del Comune di Modugno, prossimo al 70 % di RD nel mese gennaio 2017, dopo che per decenni precedenti all’inizio del ‘porta porta’ la percentuale era rimasta ferma al 12-13%. Tanto più importante se si considera il quadro regionale in cui – come emerso dalla discussione – rimane bassa la percentuale regionale di RD che si attesta al 36% mentre ancora il 52% dei rifiuti urbani finisce ancora in discarica.

Modugno è il comune capofila dell’Aro Ba2, del raggruppamento di comuni cioè che costituisce il primo Aro di Puglia ad aver bandito una gara e ad aver assegnato i servizi per la gestione integrata di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani basata sulla ‘differenziata spinta’. L’Aro Ba2 è stato peraltro l’unico Aro di Puglia ad aver ottenuto i riconoscimenti dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione e del suo Presidente Raffaele Cantone per la trasparenza e l’efficienza con cui sono state gestite le procedure di affidamento del servizio.

Introdotto a Modugno il 1 agosto 2016, il nuovo servizio ha fatto impennare da subito la raccolta differenziata portandola dopo pochi mesi a percentuali inimmaginabili prima nel territorio modugnese.

Condividi