Sguardi sul mondo

La paura e la fuga come segni di questo tempo. Ma anche l’incertezza e la vulnerabilità umana. La risposta non può essere l’isolamento o l’egoismo. La storia del mondo è una storia di flussi, di migrazioni, di cambiamenti, di dolore e di successi, di relazione e condivisione. Osservare noi stessi in un contesto più ampio ci aiuta a comprendere, abbattere pregiudizi, avere una visione più completa e ci consente di formare opinioni più consapevoli.

Sguardi sul Mondo vuole essere una finestra su noi stessi e sugli altri. Un racconto silenzioso del mondo che cambia, dei vecchi e nuovi vicini, di nostalgia e gioia, di sopravvivenza e pietà.

La vittoria della consapevolezza sulla spettacolarizzazione. Uno sguardo onesto e contemporaneo sul mondo che si svuota e si ripopola, sui temi della democrazia e della libertà, sui temi della giustizia e della paura.

Per ascoltare storie come questa – scrive Domenico Quiricoci vuole una pietà forte e dolce, come quella dei santi, oppure l’infantile paura che si prova per le sofferenze altrui”.

PROGRAMMA E INFO

Condividi