Il controllo è più vicino

Sbarca a Capannori (LU) il controllo di vicinato come modello di sicurezza solidale, basato sul fatto che chi nota qualcosa di strano o insolito o sospetto avverta in tempi celeri la polizia municipale, che lavorerà in questa nuova operazione in stretta collaborazione con le Forze di Polizia.

Sull’onda positiva di collaborazione da parte della cittadinanza avvenuta alcuni mesi fa con l’iniziativa ‘Whatsappiamo in sicurezza’, oggi abbiamo siglato un accordo con la Prefettura.

Con questo progetto, oltre alla chat, i cittadini che vorranno partecipare potranno prendere parte a delle riunioni che l’assessore alla sicurezza urbana Lia Chiara Micciché e la comandante della polizia municipale di Capannori Iva Pagni avvieranno già nel mese di marzo, in tutte e 40 le frazioni del territorio.

In sostanza, in ogni frazione si formerà un gruppo di persone che svolgeranno la funzione concordata di passaparola di quello che avviene in paese. Ogni gruppo avrà un coordinatore, che sarà in contatto diretto con la municipale.

Inoltre, in tutte le frazioni saranno posizionati cartelli con scritto ‘Qui si svolge il controllo di vicinato’, che dovrebbero servire da deterrente per i malintenzionati.

A seguire, il progetto sarà sperimentato in un primo momento nei paesi di Lunata, Camigliano, Marlia, e Guamo, poiché nei gruppi di whatsapp i cittadini di queste frazioni sono quelli che si sono dimostrati più partecipi e con la maggiore frequenza di segnalazioni. Ma velocemente lo estenderemo anche alle altre frazioni, fino a portare il servizio in tutti e 40 i nostri paesi.

I cittadini, con le riunioni sul territorio, saranno anche un po’ preparati a capire quando una situazione può essere ritenuta sospetta. In questo modo le persone avranno una percezione maggiore di quello che accade intorno a loro.

Si tratta di un meccanismo di sicurezza solidale – commenta sul suo profilo FB il Sindaco Luca Menesini -. Non si segnala soltanto ciò che riguarda se stessi, ma anche e soprattutto quello che riguarda gli altri. Appena è pronto il calendario con le riunioni nelle varie frazioni lo condivido anche qui su Fb. Cose concrete: la politica che mi piace fare!”.

Condividi