Il Dossier

L’aumento dei corrispettivi dell’accordo in corso 2014-2019

L’accordo quadro Anci Conai 2014-2019 prevede un aumento dei corrispettivi che oltre ad essere altamente insufficiente è vincolato al rispetto di limiti qualitativi più stringenti per alcuni materiali come si potrà notare nel caso del vetro. Il consorzio Coreve ha aumentato i corrispettivi per i comuni  del 21,55% rispetto al 2013. In realtà come si può vedere nella seguente tabella, a parità di % di frazione estranea (ad esempio 7 %) i corrispettivi sono diminuiti da 18,88 a 5,00 €/t. I corrispettivi più alti rispetto allo scorso anno sono riferiti solamente alle nuove fasce introdotte con percentuali di impurezza minime (1-2%) quasi irraggiungibili. Anche nel caso del legno per il legno l’aumento medio dei corrispettivi del 16 % circa, è applicabile per una fascia di tolleranza delle impurità sino ad un massimo del 2,5%. Il corrispettivo che veniva corrisposto per la fascia fino al 5 % di impurità è stato ridotto da 14.46 €/t a 8,35 €/t. A questa variabile va aggiunto il dato di fatto che sono stati introdotti parametri di controllo più severi e di conseguenza penalizzazioni più elevate. 

vetro

legno

Condividi
CONTINUA A LEGGERE >>