Dalla Sicilia alle Marche pensando alle comunità colpite dal sisma

Un’auto 4×4 per Gualdo (MC). E’ l’iniziativa promossa da 4 comuni del territorio provinciale (Isola del Piano, Cantianto, Fratte Rosa e Peglio) che hanno aderito al progetto nazionale “Tutti sotto coperta!”, promosso dall’Associazione Comuni Virtuosi, “Associazione Borghi Autentici d’Italia” e “Rete dei Comuni Solidali” per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto (ospitando famiglie o “adottando” a distanza intere comunità o stalle per un sostegno nella cura degli animali o aderendo a progetti e inviando offerte).

Già nel gennaio scorso la Provincia di Pesaro e Urbino aveva inviato a Gualdo cinque uomini del proprio “Gruppo pronto intervento e servizi speciali” con una turbina e un autocarro per liberare strade bloccate dalla neve e raggiungere famiglie rimaste isolate. Ora si vuole dare continuità a quell’aiuto considerato prezioso dal sindaco di Gualdo Giovanni Zavaglini, per garantire un supporto non sporadico a quanti si trovano in gravi difficoltà.

Uno degli obiettivi della campagna è l’acquisto di un’auto 4×4 che aiuterà il Comune nel muoversie più agevolmente in un territorio vasto fatto di molte frazioni. I quattro comuni hanno previsto altrettante iniziative nei loro territori, finalizzate ad una raccolta fondi che andrà a supportare la campagna nazionale, a partire da Peglio dove sabato 18 febbraio si svolgerà il “Panceros Day”, una giornata all’insegna del buon cibo, in particolare a base di maiale (dalla colazione delle 8 al pranzo delle 12.30, fino alla merenda fissata per le 16.30), con laboratorio dell’Università delle Arti, visita alla Torre di Peglio, degustazioni di prodotti tipici, per concludere alle 20 con una gara di briscola a coppie con ricchi premi, il tutto al prezzo di 15 euro. Oltre ai comuni, anche numerosi produttori locali hanno voluto collaborare all’iniziativa donando le proprie specialità.

Nello stesso giorno, a Petrosino (TP), in occasione dell’assemblea dell’Associazione Comuni Virtuosi, il comitato direttivo della rete proporrà ai comuni soci di nominare Gualdo come comune socio onorario, come atto simbolico e concreto di vicinanza a tutte le realtà colpite dal terremoto nel centro Italia, “per riaffermare la vicinanza a territori e comunità – sostiene il coordinatore nazionale Marco Boschini – che non dobbiamo lasciare sole quando l’attenzione mediatica inevitabilmente scemerà. Un grazie sincero va ai sindaci e ai cittadini delle quattro comunità virtuose in provincia di Pesaro e Urbino. Una bella iniziativa questa che unisce solidarietà e valorizzazione delle eccellenze dei nostri territori. Un modello da replicare su larga scala, anche per uscire dalla logica dell’emergenza e provare ad immaginare scenari di economia sostenibile in grado di ridurre spopolamento e consolidare pratiche di presidio efficiente e desiderabile“.

Condividi