Solza

Presentazione.

Solza è un piccolo centro artigianale dell’Isola Bergamasca, con una popolazione di circa 2000 abitanti, distante 15 km da Bergamo. Il territorio si estende per 1,32 kmq e si trova a 254 metri sul livello del mare. Il paese si è sviluppato con andamento nord-sud lungo l’asse dell’antica strada della rivierasca dell’Adda. Si trova praticamente a picco della sponda più alta e accidentata del corso medio dell’Adda, che qui fa da demarcazione tra le province di Milano, Lecco, Bergamo. Il territorio dell’Isola Bergamasca è un triangolo col vertice rivolto a sud, delimitato a nord dal tratto di catena, poco più che collinare, comprendente il monte Canto, ad ovest e a est rispettivamente dai fiumi Adda e Brembo. Quest’ultimo confluisce presso Vaprio d’Adda nel fiume omonimo, formando il “vertice” più acuto del triangolo. Solza è inserito nel Parco naturale Regionale dell’Adda Nord, istituito nel 1986. L’area del Parco comprende quasi tutta la parte del territorio comunale ad ovest del centro abitato.

Da visitare:

Castello Colleoni

Il fortilizio, inizialmente composto da una torre inglobata nella cinta muraria fu probabilmente costruito tra XIII e XIV secolo sul sedime di un insediamento militare romano. Costruito presumibilmente come torre di avvistamento, viene trasformato prima in castrum, poi in residenza e infine in cascinale, mantenendo, di ognuna delle funzioni svolte, molteplici caratteri tipologici. Nel 1395 vi nacque Bartolomeo Colleoni. Nel 1998 venne acquistato dal comune di Solza che intervenne con un complesso intervento di restauro tra il 2002 e il 2005, per farlo divenire un centro culturale dell’Isola Bergamasca.

La Chiesa Parrocchiale di San Giorgio

L’esistenza di una chiesa dedicata a San Giorgio è documentata fin dal 1309. La chiesa di San Giorgio venne ricostruita nel secolo successivo, probabilmente per volontà di Bartolomeo Colleoni. L’edificio fu ampliato nel 1730 su disegno dell’architetto Candido Micheli ed allungata nel 1904. All’interno conserva pregevoli dipinti tra cui possiamo citare il “Martirio e il seppellimento di San Giorgio” di Francesco Polazzo (1730), il “Sacro Cuore” di Vincenzo Angelo Orelli (1790) e l’affresco di Giulio Quaglio che raffigura il sacrificio di Isacco (1713).

Fontana Foglieni

Edificata nell’anno 1875 per volere di Faustina Foglieni, la fontana di Solza e le relative canalizzazioni rappresentano da un punto di vista storico il primo esempio di acquedotto dell’Isola Bergamasca. L’approvvigionamento idrico arrivava da una sorgente posta in località Baccanello di Calusco d’Adda. Nel corso degli anni diversi interventi hanno modificato il funzionamento e la forma originaria della fontana. L’intervento di restauro del 2007 ha provveduto a ripristinare tutti gli elementi che ormai si erano deperiti, nonché a ricostruire la vasca posteriore.

BUONE PRATICHE AMBIENTALI

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO A CRESCITA ZERO

(approvato con delibera consigliare n.31 del 15/12/2010)

 Risultati conseguiti

Stop al consumo del territorio

La tutela dell’ambiente costituisce una sfida, un dovere, comune e universale, di rispettare un bene collettivo, destinato a tutti. E’ una responsabilità che si estende non solo alle esigenze del presente, ma anche a quelle del futuro: abbiamo obblighi verso tutti e non possiamo disinteressarci di coloro che verranno dopo di noi. Decidere di porre uno stop nel destinare ulteriore territorio allo sviluppo urbanistico ci è parsa una consapevole e responsabile scelta avendo anche l’ambizione di fungere da esempio nei confronti degli altri comuni limitrofi (o dell’Isola Bergamasca).

Coinvolgimento e partecipazione dei cittadini

Sono state offerte ai cittadini occasioni attraverso le quali apportare il proprio contributo a scelte che incideranno in maniera significativa sulla vita culturale, economica, sociale e politica del paese nel prossimo futuro.

Attenzione ai bisogni dei cittadini e del territorio

Il nuovo PGT consente di comprendere in maniera più precisa le esigenze del territorio, consentendo di concentrarsi sui servizi e sulla qualità urbana.

Un comune a tutto Led

Il comune di Solza introduce l’uso della tecnologia Led già nel 2007 con la sostituzione di 54 lampade semaforiche ad incandescenza con altrettante a Led nell’impianto semaforico posto sulla provinciale n. 170. L’intervento ha azzerato il costo annuo di manutenzione (circa 800 euro) e prodotto un risparmio annuo di circa 7900 kW/h (- 83%).

Tra gennaio ed aprile 2011 viene effettuato il rifacimento dell’intero impianto di illuminazione pubblica. L’intervento ha visto la fornitura e posa in opera di n. 335 corpi illuminanti a LED, divisi in solo due tipologie, in modo tale da ridurre costi di gestione e manutenzione. Prima dell’intervento circa il 50% dell’impianto veniva spento durante le ore notturne per conseguire un risparmio energetico, con il conseguente decadimento dei valori di illuminamento e uniformità, a discapito della sicurezza degli utenti della strada. L’attuale impianto, invece, mantiene accesi tutti i punti luce, riducendone nelle ore notturne il flusso lumino (al 66%); in tal modo si consegue comunque un risparmio e si mantiene alto il livello di sicurezza offerto.
Energia risparmiata circa 32.000 kW/h anno

A luglio 2012 si completa l’introduzione della tecnologia led su tutto il territorio, sostituendo circa 300 lampade votive a incandescenza con lampade a led.

Le nuove lampade porteranno ad una forte riduzione del consumo energetico (circa l’80%), oltre a garantire una migliore e costante efficienza luminosa, una lunghissima durata che consentirà di diminuire le operazioni di manutenzione ordinaria, una maggior resistenza agli urti e alle condizioni ambientali avverse.

Gallery

[{"nome":"Solza","coords":"45.6771433,9.4889369"}]

Indirizzo
Via San Rocco, 13

Provincia
BG

CAP

Referente
Maria Carla Rocca

Telefono
035901213

Sito web
http://www.comune.solza.bg.it/

Email
comune@comune.solza.bg.it